HomeSkip Navigation Linkshomepage » Intervista » Incontro con Roberto Ciampicacigli Direttore Generale Censis Servizi
7/18/2011
Incontro con Roberto Ciampicacigli Direttore Generale Censis Servizi

Il 20 Luglio uscirà in tutte le edicole e nelle più importanti librerie la 12esima edizione della Grande Guida Università Repubblica e Censis Servizi. In occasione di questo importante appuntamento abbiamo deciso di intervistare per voi il Direttore Generale di Censis Servizi, Roberto Ciampicacigli.

 



Dottor Ciampicacigli, siamo giunti alla 12esima Edizione della Grande Guida Università in collaborazione con Repubblica. Come è cambiato il sistema universitario italiano in questi 12 anni? 

In 12 anni si sono susseguite una miriade di riforme che hanno modificato integralmente il sistema universitario italiano. E’ più semplice dire cosa è rimasto uguale rispetto a ciò che è stato modificato. Oggi siamo alle soglie di una nuova riforma che cambierà di nuovo gli assetti istituzionali e i modelli di governance del sistema universitario italiano.
I continui cambiamenti disorientano sempre di più gli studenti alla ricerca del giusto percorso all’interno di un’offerta formativa che è esplosa negli ultimi anni. L’obiettivo della Guida è fornire una bussola a chi deve intraprendere questo lungo viaggio

La Guida rappresenta da sempre un valido strumento di orientamento per tutti gli studenti che si affacciano al mondo dell’università per la prima volta. Qual è, secondo Lei, l’uso corretto di uno strumento come questo? Quali sono gli aspetti da tenere presenti per una scelta consapevole?

L’uso corretto della guida non è tanto quello di andare a ricercare quale sia la migliore facoltà, ma ragionare su due aspetti:

1. Leggere con attenzione cosa c’è dentro le singole famiglie di valutazione (didattica, produttività, ricerca e internazionalizzazione) in modo che gli studenti possano selezionare la facoltà in relazione al loro profilo di domanda. Ad esempio lo studente potrà scegliere una facoltà perché ha molta ricerca oppure perché aiuta a internazionalizzarsi.

2. La valutazione della persistenza delle diverse facoltà nelle fasce alte, indicata dal numero di "A" inserite nella sezione della Guida dedicata alle classifiche (cfr rating). Quelle A stanno a significare la presenza nelle fasce più alte della facoltà nel corso degli ultimi tre anni.  

Quando saranno disponibili tutti i dati analitici? 

Pensiamo di illustrare analiticamente i risultati della 12esima edizione nei primi giorni di settembre. Quindi invitiamo tutti i lettori a visitare www.censisguida.it, il nuovo sito firmato Censis dedicato ai Master e all’Alta Formazione e il sito censisservizi.com